Santa Caterina

Santa Caterina a Lecce nel Salento

Santa Caterina è una rinomata cittadina del comune di Nardò (provincia di Lecce) situata tra Porto Selvaggio e Santa Maria al Bagno.

Si specchia sulla costa ionica, con uno splendido lungo mare, ed è in parte abbracciata da un paesaggio collinare.

Il litorale è costituto in parte da tratti sabbiosi ed in parte da concrezioni rocciose che formano una sorta di scalinata che va ad immergersi in mare.

Nata come avamposto difensivo contro gli attacchi dei Saraceni, Santa Caterina conserva due torri d’avvistamento come guardie protettive nei confronti degli splendidi tesori che essa racchiude.

Di seguito andiamo ad esplorare le bellezze che ha da offrirci questa perla del Salento.

Le spiagge di Santa Caterina a Lecce

La prima sensazione che si ha volgendo lo sguardo al panorama marittimo è quello di trovarsi fra due specchi: il mare limpido riflette il cielo terso.

Il paesaggio del litorale che ci troviamo di fronte è vario, qua è là piccoli fazzoletti di sabbia, inframmezzati da scogli e da anfratti naturali.

Fra le più rinomate spiagge di Santa Caterina troviamo Torre Santa Caterina, un piccolo arenile un po’ affollato in cui si trovano due stabilimenti terrazzati con piattaforme in legno.

Il porticciolo di Santa Caterina è la meta preferita di tutti coloro che amano le immersioni, in particolare dello snorkeling. Vi è anche un associazione di canoisti.

La vera meta balneare però è Porto Selvaggio. Situata molto vicino a Santa Caterina è il luogo preferito da chi ama i tuffi acrobatici ma anche da chi vuol esplorare tramite imbarcazione le suggestive grotte marine. Circondato dai pini di Aleppo, Porto Selvaggio offre un’acqua cristallina con splendidi fondali abitati da una fitta vegetazione marina. Il fondale è basso, quindi è adatta ai bambini, e gli scogli sono inframmezzati da sprazzi di sabbia.

Lido Beija Flor è un’altra bellissima meta: ha una piattaforma in legno appoggiata sugli scogli, ottimi cocktail ed una cucina che prepara deliziosi stuzzichini. Insomma il luogo ideale per rilassarsi.

Cosa vedere a Santa Caterina a Lecce

Recandoci in questa meravigliosa località salentina ci sono diversi luoghi d’interesse da non perdere.

In primis citiamo le ville, le famose magioni storiche immerse fra pinete ed ulivi secolari. Ne possiamo apprezzare lo stile moresco, ma ve ne sono anche alcune in stile barocco e liberty. Queste ville possono essere ammirate da Le Cenate il punto più alto d’osservazione di Santa Caterina.

Fra i monumenti segnaliamo ovviamente la Torre dell’Alto e la Torre Santa Caterina. Risalgono al XVI secolo e la loro funzione era proteggere la città dal nemico che arrivava dal mare.

Dal punto di vista naturalistico non possiamo perdere lo sperone di Punta della Dannata, ossia il dirupo su cui sorge la Torre dell’Alto, qui godiamo di una splendida vista e si può visitare un’antica masseria, ex monastero, che risale al 1100.

Da non perdere è il Parco Naturale Regionale di Porto Selvaggio dove fare trekking, avvistare la fauna locale ed ammirare la macchia meditarranea. Qui è d’obbligo una tappa alla Palude del Capitano dove il fenomeno carsico ha creato le “spunnulate”, ovvero grotte a cui è crollata la volta formando dei piccoli specchi di acqua marina

Impossibile non visitare la suggestiva Grotta di Capelvenere, all’interno stati rinvenuti interessanti reperti risalenti a diverse epoche.

Cosa visitare nelle vicinanze di Santa Caterina a Lecce

Nei dintorni possiamo dedicarci alla visita delle meravigli naturali quali la Grotta del Cavallo e Serra Cicora. Nella prima son stati ritrovati numerosi reperti risalenti all’Uomo di Neanderthal mentre nella seconda è presente una necropoli risalente al V sec. a.C.

Da visitare assolutamente Santa Maria al Bagno, anch’essa poco distante da Nardò, vi si trova un centro storico di grande interesse. L’attrazione principale è la torre del Fiume di Galatena, costruita nel XVI secolo.

Si può fare anche una tappa a Porto Cesareo, ex borgo di pescatori, ha bellissime spiagge di sabbia fine ed è bella in tutte le stagioni.

Se poi rimane del tempo è una buona idea visitare Gallipoli, famosa per le spiagge ma anche per l’ottima cucina.

Dove mangiare a Santa Caterina a Lecce

In tema di cibo diremo che in questa bellissima cittadina del Salento non mancano i locali in cui godere della buona cucina salernitana.

Possiamo trovare dei ristorantini carini nella piazza del paese, un esempio è il famoso Jazzy: pesce fresco, verdure locali, piatti di terra e di mare.

Quali piatti possiamo gustare? Le orecchiette con le cime di rapa, i ciceri e tria, la pignata di polpo, il cavallo al sugo, le frise, le fave con le cicorie, le munichedde, i mustazzoli, i ricci di mare, lo spumone e via dicendo.

Locali day & night a Santa Caterina a Lecce

Di giorno possiamo godere del panorama comodamente seduti in un cafè del centro, magari fra una passeggiata ed un po’ di shopping.

Non mancano la sera numerosi pub e locali notturni, fra cui discoteche, ci si può volendo spostare a Gallipoli se si vuole frequentare un locale più in.

Chi invece vuol godersi una cena in relax può optare per un ristorante o una trattoria.

Come arrivare a Santa Caterina a Lecce

In auto:

  • Chi viene dal Nord e Centro Italia deve innanzitutto prendere la A 14 e percorrerla fino a Bari e continuare lungo la superstrada SS16, SS379, SS613, raggiungendo Lecce.

  • Attraversato il centro urbano del capoluogo andare in una direzione via Lequile/SS101 e proseguire per 25,3 km, fino all’uscita per Galatone verso Santa Maria al Bagno.

  • Girare a sinistra in SP90 e prendere l’uscita per SP17, poi in SP112, in SP129 e in ultimo in via Cesare Cantù che porta fino a destinazione.

In treno:

  • Arrivare alla stazione di Lecce, da qui prendere il treno o il bus per giungere a destinazione.

In aereo:

  • Dall’aeroporto di Brindisi Casale si raggiunge il terminal di Lecce.

Dove soggiornare a Santa Caterina a Lecce

A pochi passi dal mare e dal centro si possono trovare dei confortevoli B&B con tutti i comfort: ampie camere arredate e luminose, con camera da pranzo e soggiorno.

Sono disponibili anche delle case vacanze per chi ama esser più indipendente e gestire anche i propri pasti in autonomia.

Come sarà la vostra vacanza in questa località così speciale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.