Dove tuffarsi nel Salento?

Il Salento è il posto perfetto per gli amanti del mare e della tintarella, non a caso infatti è una delle mete italiane più famose per le vacanze estive, amata da tutti proprio per l’incredibile bellezza delle sue spiagge da cartolina, formate da finissima sabbia bianca ed un mare cristallino.

Se invece la vostra passione sono i tuffi emozionanti e le scogliere selvagge, dovete sapere che il Salento non vi offre soltanto sabbia comoda e fondali bassi, ma anche scenari incredibili per tuffi a dir poco spettacolari.

Ma nel Salento dove bisogna andare per regalarsi dei tuffi adrenalinici?

Ponte Ciolo a Santa Maria di Leuca

Il ponte Ciolo

Il Ponte Ciolo è sicuramente uno dei posti più incredibili dai quali tuffarsi. E’ posizionato a Gagliano, all’inizio dell’Adriatica e si trova esattamente a 40 metri di altezza, diventando il ponte panoramico per eccellenza del Salento, che sovrasta una profonda gravina ed unisce le due sponde del canyon.

Tuffarsi da questa altezza incredibile richiede davvero un gran coraggio e fermandosi qui, anche solo per ammirare il paesaggio, non è raro trovare gruppetti di ragazzi intenti a sfidarsi in questa ardua impresa, rigorosamente filmata e poi inserita su Youtube. Un salto di oltre 40 metri, molto pericoloso, che richiede concentrazione e anche una discreta preparazione fisica.

Qui trovi un articolo dettagliato con foto e video

Grotta della Poesia a Roca Vecchia

Da qui potrete fare un vero e proprio tuffo nel mare salentino e nella sua storia più antica. Un posto magico posizionato a circa 20 km da Otranto che prende il nome di Grotta della Poesia e che è costituita da una cavità naturale scavata pazientemente dal mare nel corso dei secoli.

Il suo nome ha una duplice storia: secondo alcuni deriva da “posia” ovvero un termine greco che indica una “sorgente di acqua dolce”, mentre secondo altri esso deriverebbe da un’antica leggenda, in base alla quale l’incredibile bellezza della principessa solita fare il bagno in queste acque, avrebbe ispirato schiere di poeti a scrivere centinaia di versi in suo onore. Qui potrete godervi la bellezza delle calette naturali e dedicarvi ad emozionanti tuffi da crica 5 metri di altezza.

Grotta Zinzulusa a Castro

tuffo-grotta-zinzulusa

Ci troviamo a circa 2 km da Castro Marina, in una delle grotte più famose d’Italia, conosciuta per le sue importanti manifestazioni di carsismo costiero che l’hanno resa nel corso dei secoli così particolare. La Grotta della Zinzulusa è visitabile tutto l’anno e nel periodo natalizio viene addirittura allestito un presepe al suo interno.

Il suo nome deriva da “zinzuli” che nel dialetto locale significa “stracci”, ovvero la forma che sembrano assumere le stalattiti qui presenti. Dalla parete a picco sul mare, nella quale si apre appunto l’affascinante grotta, è possibile regalarsi spettacolari tuffi in un mare a dir poco meraviglioso.

Porto Selvaggio

La costa a Porto Selvaggio

Si tratta di una caletta naturale posizionata a 36 km da Lecce, caratterizzato da ciottoli e piccoli scogli contornati da scorci di profumata macchia mediterranea ed un mare trasparente come pochi, nel quale si mescolano i riflessi color smeraldo e turchese. Un posto di una bellezza selvaggia che attira ogni anno moltissimi visitatori e che si rivela perfetto per gli amanti dei tuffi.

Porto Selvaggio può essere raggiunto a piedi ed è parte integrante dell’omonimo parco regionale. Da queste scogliere basse e facilmente percorribili potrete dare sfogo alla vostra voglia di mare e prodigarvi in bellissimi tuffi in una location naturale da vera cartolina.

Se i tuffi sono la vostra passione troverete lungo le coste salentine tutto l’occorrente per divertirvi, avrete decisamente l’imbarazzo della scelta!

Lascia un commento