Guida di Porto Cesareo, cosa fare e cosa sapere su spiagge, lidi, hotel e ristoranti

Situata sulla costa ionica della penisola Salentina, Porto Cesareo dista 26 chilometri circa da Lecce. Chiamata anche Caraibi del Salento proprio perché le sue spiagge sono fatte di sabbia morbida e chiara e il mare, cristallino e turchese che rimane basso per molti metri. I bagnanti potranno raggiungere anche nuotando alcune piccole isole che questa splendida località accoglie. Essendo una località turistica, dove il clima caldo agevola le vacanze, molte sono le ricchezze che offre: le spiagge e i lidi, gli hotel dai più economici ai più lussuosi, le passeggiate nell’entroterra accompagnate anche da guide turistiche, i ristoranti in cui si possono degustare i piatti di mare e terra tipici del posto, le pescherie dove si possono acquistare anche prodotti ittici locali pescati direttamente dal Mar Ionio, bar e discoteche dall’ambiente esotico per la movida.

Le Spiagge di Porto Cesareo

Vediamo quali sono le spiagge che potrai raggiungere durante una vacanza a Porto Cesareo:

Spiaggia delle Dune – Porto Cesareo

Torre Chianca

Prende il suo nome dalla torre di avvistamento, costruita nel 1500 per volere di Carlo V per difendere la zona dagli attacchi dei pirati saraceni. La spiaggia è situata tra Torre Lapillo e Torre Cesarea, ideale anche per famiglie con bambini grazie ai suoi 450 metri di sabbia soffice e mare cristallino, dove per un attimo vi sembrerà di stare in un posto tropicale. Inoltre gli amanti degli sport d’acqua qui potranno passare le proprie giornate emozionandosi con lo snorkeling, immergendosi nei fondali trasparenti e profondi e nelle giornate più ventilate accarezzare le onde alte con il surf e kite-surf. Torre Chianca vanta di uno scenario meraviglioso, circondata da dune di sabbia al cui interno è situata una rigogliosa macchia mediterranea dove crescono narcisi, alghe colorate e canneti. Il litorale presenta alcune zone rocciose dove crescono prevalentemente arbusti.

Punta Prosciutto

La spiaggia di Punta Prosciutto
Spiaggia di Punta Prosciutto

Situata a sud di Torre Colimena, al confine tra la provincia di Taranto e quella di Lecce, inclusa tra una delle spiagge più belle del Salento, in cui sembrerà di stare su un’isola. Il paesaggio di Punta Prosciutto è incontaminato e selvaggio, in quanto sono situate pochissime abitazioni, caratterizzata da alte dune, da una sabbia dorata e soffice e da fondali bassi e limpidi, per questo adatta anche a famiglie con bambini. Perfetta per chi è alla ricerca di vacanze low cost, la maggior parte della spiaggia è libera. Chi ama passeggiare potrà percorrere un litorale che si estende per più di due chilometri, ammirando dune secolari, ricoperte dalla macchia mediterranea, che in alcuni tratti arrivano ad un’altezza di quasi otto metri. La natura selvatica di questo angolo di paradiso è incorniciata dall’esplosione di colori data dal contrasto tra mare e macchia mediterranea. Il litorale di Punta Prosciutto è conosciuto anche come Palude del Conte, poiché fa parte della Riserva naturale regionale orientata Palude del Conte e Duna Costiera- Porto Cesareo. Per gli amanti dello sport, questa spiaggia offre la possibilità di praticare windsurf e snorkeling e barca a vela, ammirando la bellezza del mare lontano dalla folla.

Torre Lapillo

Situata tra Punta Prosciutto e Porto Cesareo, le sue acque sono limpide e cristalline, la sabbia a tratti è quasi bianca e fine, che si alterna con tratti di bassa scogliera, facendo riportare alla mente le spiagge tropicali. Questa spiaggia è molto più vicina a Porto Cesareo, infatti dopo una giornata passata al mare, si può raggiungere facilmente il centro del paese per delle passeggiate. La zona della scogliera è molto bassa, dunque ci si può dedicare allo snorkeling adatto anche ai bambini dato che i fondali sono bassi. La marina di Torre Lapillo è abitata tutto l’anno, ma durante l’estate si ripopola con la presenza dei turisti.

Torre Castiglione

Situata tra Torre Lapillo e Punta Prosciutto, questa piccola torre fu costruita nel XVI secolo per volere dell’imperatore Carlo V per controllare l’arrivo dei pirati sulla costa ionica. Considerata una piccola perla del Salento in quanto è una piccola insenatura grande circa 50 metri, costituita da scogli bassi e sassi e da un piccolo tratto di sabbia, il mare per molti metri è basso. Essendo una località prevalentemente non abitata è sprovvista di servizi. Quando il clima è mite e caldo vi sembrerà di stare a Santo Domingo, un vero e proprio paradiso marino. Poco più avanti vi è una spiaggia chiamata Padula Fede, denominata dalla gente del posto Spiaggia dei Cavalli in quanto accoglie un maneggio nelle vicinanze.

Le Spiagge libere di Porto Cesareo

La prima spiaggia libera è quella cittadina di Porto Cesareo, proseguono poi verso ovest la prima spiaggia libera è Primo Ponte, anch’essa si contraddistingue per il suo ambiente esotico. Si arriva poi alla spiaggia delle Dune, così chiamata per la presenza di dune sabbiose, generosamente alte e mare pulito e trasparente. Tra le spiagge libere vengono inserite anche Torre Lapillo e Punta Prosciutto, anche se quest’ultime hanno stabilimenti balneari e lidi attrezzati per chi non volesse usufruire della spiaggia libera.

Consigli sul Meteo

“Salentu: lu sule, lu mare, lu jentu”, un’espressione dialettale che gli abitanti del posto usano, che sta appunto ad indicare che il Salento è una terra baciata dal sole, bagnata ad est dal mare Adriatico e ad ovest dal mar Ionio e dove soffiano i venti dallo scirocco alla tramontana. Premettendo il fatto che nel Salento il clima e le temperature iniziano ad essere calde e favorevoli al bagno già a partire da maggio per prolungarsi fino ad ottobre, sarebbe meglio consultare una mappa dei venti prima di dirigersi in spiaggia, data la sua posizione geografica. A questo ci ha pensato Windguru, un sito di previsioni meteo specializzato per bagnanti, windsurfers e kitesurfers, dove è possibile consultare il vento, la sua direzione e velocità e la temperatura della località che si desidera raggiungere. Se soffia lo scirocco il mare è più calmo sulla costa adriatica, mentre se soffiano venti di tramontana la costa ionica permetterà di fare il bagno in un mare caraibico.

Cosa vedere e fare a Porto Cesareo e dintorni

Vediamo ora cosa è consigliato fare durante una vacanza a Porto Cesareo:

Visita all’Isola dei Conigli

Isola dei Conigli a Porto Cesareo

Nella letteratura di ogni tempo, sin dall’epica greca, un’isola è sempre lì che ci aspetta. Approdo di marinai, bottino di pirati, rifugio di esiliati e ispirazione di poeti, l’isola è sempre pronta ad accoglierci nella sua silenziosa e maestosa quiete. Alcune spiagge del Salento hanno anche piccole isole, facilmente raggiungibili o a nuoto o in barca. Una di queste è l’Isola dei Conigli a Porto Cesareo, conosciuta anche come Isola Grande, lunga circa 2,5 chilometri, ribattezzata dagli abitanti locali come Isola dei Conigli perché durante le due guerre mondiali veniva usata per l’allevamento del bestiame, affinché la gente potesse trarne sostentamento nei periodi di carestia. Poi negli anni ‘50 venne utilizzata per l’allevamento di conigli allo stato brado, da cui prende il nome, ma attualmente i conigli non ci sono più. Quest’isola è un piccolo angolo di paradiso dove si possono trascorrere giornate meravigliose, immersi nella pineta e nella macchia mediterranea, ma anche morbida sabbia su cui stendersi a prendere il sole, mare turchese e fondali dove immergendosi si possono ammirare tanti pesci colorati e specie vegetali. Per questo motivo l’Isola dei Conigli è diventata parte dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.

Noleggiare una barca e fare Pescaturismo

Porto Cesareo offre una vasta scelta di imbarcazioni. Barche a vela, a motore, gommoni, catamarani e yatch con la quale è possibile organizzare una gita in mare alla scoperta delle coste ioniche, durante il quale si potranno ammirare distese di arbusti, piante aromatiche, stabilimenti balneari ed anche fermarsi di tanto in tanto e fare immersioni subacquee nel bel mezzo del mare azzurro. I prezzi variano in base al noleggio scelto, partendo da 50 euro al giorno in barca, con o senza skipper. Per gli amanti della pesca è possibile fare pescaturismo, sia per chi la pratica come professione, sia per chi vuole conoscere il mondo di chi lavora tutto il giorno spinto dalla passione per la pesca.

Vedere il Museo di Biologia Marina

Fondato nel 1966, donato poi all’Università del Salento, in cui si può ammirare la flora e la fauna marina, come esemplari di conchiglie raccolte sul litorale pugliese, specie diverse di alghe provenienti dal mar adriatico e mar ionio. All’interno del museo vi è anche una biblioteca dove si potranno consultare pubblicazioni sugli habitat acquatici e terrestri, un Archivio con fotografie e cataloghi e un Aula multimediale.

Visita alle Pescherie di Porto Cesareo

Dove c’è porto ci sono pescatori. Porto Cesareo offre tante pescherie, tutte di eccellente qualità. I pescherecci ogni giorno forniscono quintali di pesce fresco, molluschi e crostacei che non appena pescati raggiungono i luoghi di vendita non molto distanti dal porto. Questo paradiso gastronomico, considerata l’eccellente qualità del pesce, non ha prezzi eccessivi, si può partire dai 10 ai 30 euro al chilo.

Torre Colimena – Salina dei Monaci

Salina dei Monaci a Torre Colimena

Deve il suo nome alla torre costruita sul lungomare nel 1568 da Carlo V per proteggere la costa dai pirati saraceni. È una delle più alte torri del Salento. Torre Colimena è una piccola frazione di Manduria, un’oasi di natura incontaminata poiché poco frequentata, situata tra il Parco Naturale Regionale della Palude del Conte e la Salina dei Monaci. Le spiagge di Torre Colimena sono colorate dal blu cobalto del mare e dalla bianca sabbia, che si alterna a tratti di roccia bassa. Posto ideale per la pesca e lo snorkeling, ma anche windsurf, barca a vela e immersioni subacquee. La spiaggia della Salina de Monaci, situata all’interno della Riserva naturale regionale orientata di Torre Colimena, accoglie esemplari di fenicotteri rosa, gru, cigni, germani reali, oche selvatiche, airone rosso e airone bianco, avvoltoio capovaccaio, martin pescatore, picchio e altri uccelli tipici della zona., rendendolo un luogo suggestivo ed emozionante per gli appassionati di birdwatching. La flora della Salina è costituita da arbusti di ginestra spinosa, lentisco, mirto, cisto, tipici della macchia mediterranea. Il nome Monaci deriva dai Monaci Benedettini, che intorno all’anno 1000 avevano reso quest’area una fabbrica del sale, ricavato dall’acqua marina che si depositava durante le mareggiate.

Parco naturale regionale di Porto Selvaggio

Situato nel comune di Nardò, tra Gallipoli e Porto Cesareo, territorio dalla costa rocciosa e frastagliata, alberata da 268 ettari di pineta e macchia mediterranea. Ciò che rende unico e selvaggio questo posto è la pineta che bisogna percorrere per circa 20 minuti prima di raggiungere la spiaggia, quest’ultima fatta di sassolini, scogli alti da cui ci si può tuffare e dal mare cristallino, in cui arriva direttamente una corrente di acqua dolce fredda. Un luogo agreste che attira ogni anno la curiosità di molti turisti.

Santa Caterina

Santa Caterina

Non molto distante da Porto Selvaggio, Santa Caterina è una località balneare molto apprezzata per la limpidità delle sue acque, premiate anche con le Vele di Legambiente. Le sue coste sono basse e rocciose, bagnate dal turchese mar Ionio, la spiaggia offre sia un tratto libero, sia uno stabilimento balneare, dove è possibile praticare diving, snorkeling e canottaggio. Non molto distante da Santa Maria al Bagno, ciò che la contraddistingue è il colore del mare che dall’azzurro chiaro della riva si colora di blu oltremare nelle sue profondità. Il porto di Santa Caterina offre uno scenario spettacolare nel momento in cui tramonta il sole, dove fa da sfondo il mare con alcune imbarcazioni di pescatori all’orizzonte.

Snorkeling a Porto Cesareo

Quest’attività permette di fare immersioni dall’esperienza indimenticabile, guardando il mare da una prospettiva diversa. Nel Salento è praticato sia sulla costa adriatica che su quella ionica. Nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo sono consentite immersioni e balneazione, dove praticando lo snorkeling è possibile ammirare una biodiversità preziosa, dai pesci alle spugne. Tra Porto Cesareo e Gallipoli, a Torre Inserraglio, con lo snorkeling è possibile scorgere il relitto della Neuralia, un’imbarcazione statunitense del periodo della seconda guerra mondiale.

Lidi di Porto Cesareo

Lido Togo Bay a Porto Cesareo

Alcuni più adatti a famiglie, altri a comitive di giovani, come Bahia, Le Dune Beach, Isola Beach, Lido Tabù, Togo Bay Beach, Goa. Mettono a disposizione lettini e ombrelloni giornalieri, ma offrono anche altri servizi molto soddisfacenti per i turisti. Si potrà fare colazione con vista mare, su terrazze e bordo piscina, gustare piatti autentici in spiaggia, avere free wifi e docce calde, aree tavola calda per lo spuntino e aperitivi, servizio bar e ristoranti. Se cerchi eventi privati e serate disco l’Isola Beach è quella che fa per te. Se vuoi pernottare a Lido Tabù troverai un hotel con camere panoramiche ed anche animazione, miniclub, spinning, aerobica, acquagym e feste serali in spiaggia. Se vuoi trattarti da re poi a Togo Bay Beach avrai a disposizione una zona privé sulla spiaggia, sotto al fresco delle palme, sdraiati su letti a baldacchino.

Discoteche e divertimento serale

Nel cuore del turismo non possono mancare discoteche e locali all’’insegna del divertimento e della movida notturna. I locali più famosi in prossimità della spiaggia sono Orange Sun e Bahia del Sol a Torre Lapillo, come anche La Pineta e l’Isola Beach Club. Una discoteca non situata sulla spiaggia è Chikò e La Clave, mentre a Porto Selvaggio, immersa nella pineta vi è la discoteca Casablanca. Proseguendo lungo il litorale ionico incontrerete altri locali e discoteche non indifferenti tra Santa Maria al Bagno, Lido Conchiglie e Gallipoli, come la famosa discoteca Quattro Colonne, Rio Bò, il Quartiere Latino. Oltre al divertimento assicurato a Porto Cesareo potrai rilassarti in passeggiando fino a tarda serata sul lungomare.

Cosa mangiare nei Ristoranti e Pizzerie

Ristoranti

A Porto Cesareo potrete trovare tanti ristoranti, osterie, trattorie e pizzerie che propongono piatti tipici della cucina salentina come i ciceri e tria (ceci e pasta fritta), ma anche a base di pesce fresco. Assolutamente da non perdere le cozze salentine, specialmente quelle allevate nel mar Ionio considerate le migliori d’Italia. Tra i ristoranti e le pizzerie più gettonati a Porto Cesareo vi è La Piovra, dove si possono degustare piatti tipici della cucina mediterranea come le orecchiette alle rape, piatti di pesce ed anche la pizza ai frutti di mare. Per gli amanti della cucina mediorientale l’ideale è il ristorante Tarocchi, ma nel menu potrai anche scegliere piatti di mare e terra anche senza glutine e vegan.

Se il tuo palato è raffinato e curioso e ha voglia di assaporare una prelibata pizza con crudo stracciatella e fichi sicuramente il ristorante Meeting Incontro Di Gusti è l’ideale, offrendo un menu variegato con piatti anche a base di pesce e opzioni senza glutine e vegan. Se vuoi rilassarti in una location elegante e raffinata con piatti di pesce freschissimo è il caso di provare Il Ristorante Cosimino.

Per un antipasto a base di frutti di mare crudi non potrai recarti al Ristorante Da Antimo, che ti sorprenderà anche con aragoste e zuppe tutte mediterranee. Al ristorante Grecale, non potrai fare a meno di un primo piatto di ravioli in salsa di gamberi e salmone.

Dove dormire

Hotel e B&B

Come ogni località turistica, anche a Porto Cesareo hai una vasta scelta di alloggi come masserie, hotel, b&b, case vacanza, agriturismi e camping, alla portata di ogni esigenza. Per trascorrere una vacanza in pieno relax, immerso nella naturale tranquillità, la location giusta è l’Hotel Blu situato direttamente sul mare. Se cercate un’atmosfera tranquilla e familiare, deliziati da una romantica vista sul lungomare e se amate lo stile neoclassico l’Hotel Falli renderà la tua vacanza indimenticabile.

Se invece volete soggiornare a pochi passi dal centro della città e dalla costa ionica, immersi in un angolo di relax attorniato da alberi di ulivo, col sottofondo della musica l’Hotel Vespucci è il posto ideale. Per una vacanza in piena armonia l’Hotel Zodiaco vi offrirà un ambiente familiare, curato ed esclusivo, a pochi passi dal mare cristallino. Per coloro che desiderano anche dedicarsi alla cura del corpo all’Hotel Royal vi potrete immergere in una vasca idromassaggio su un esclusivo terrazzo, assaporando un fresco aperitivo direttamente in vasca, disponendo anche di un’area Spa&Beauty.

Al Bacino Grande, a pochi passi dal mare, delle fresche e verdi palme vi faranno trascorrere una vacanza dalle sfumature esotiche. State cercando una vacanza all’insegna del divertimento con animazione turistica per tutto il giorno? Punta Grossa è quello che fa per voi, un resort a due passi dal mare con appartamenti, ristoranti, piscine, tennis, calcetto, bowling e discoteca.

Scopri tutte le migliori offerte di soggiorno qui:

Booking.com

Come raggiungere Porto Cesareo

Lecce – Porto Cesareo: servirsi della tangenziale per Gallipoli. Imboccare quindi la SS 101 e proseguite fino all’uscita per Nardò. Da qui procedere per la SS 174 in direzione di Porto Cesareo. La distanza è di circa 29 km.

Lecce – Otranto: la distanza è di circa 46 km. La strada principale su questa rotta è la Strada Statale 16 Adriatica, SS16.

Lecce – Gallipoli: la distanza è di circa 40 km. Imboccare la Strada Statale 101 Salentina di Gallipoli, SS101.

Inoltre vengono messe a disposizione delle navette aggiuntive durante il periodo estivo, offerto dal servizio Salento in bus che collega tutti i comuni e i lidi del Salento con altre località della Puglia.

Lascia un commento